DIVERTICOLI DIVERTICOLITE DIVERTICOLOSI DIETA DIVERTICOLO INTESTINO

DIVERTICOLI

I diverticoli sono delle sacchette estroflesse della parete dell’intestino, più spesso del colon, che si formano in quella sede, in soggetti predisposti geneticamente e sofferenti di stipsi.


La diverticolite è l'infiammazione dei diverticoli.


DIVERTICOLI DEL COLON

Diverticoli del colon

DIVERTICOLITE: DIVERTICOLI INFIAMMATI

Diverticolo infiammato con pus



La presenza dei diverticoli nel colon di per sé non determina disturbi. Questa situazione si definisce come diverticolosi.


Anche la sindrome del colon irritabile (o colite spastica) può essere presente sia in pazienti con diverticoli che in pazienti senza diverticoli.


Si parla di diverticolite quando i diverticoli si infiammano e si infettano. In tale evenienza essi possono perforarsi e determinare la peritonite.


La diverticolite è una patologia acuta, che causa febbre, dolori addominali e addome acuto (occlusioni intestinali)

Quando si complica dà perforazione intestinale e peritonite.


Può presentarsi anche come patologia subacuta, con crisi subocclusive, ma senza febbre e senza peritonite. In tali casi si risolve spontaneamente.


Sintomi di diverticolite sono:


forti dolori all'addome (colite), febbre, stipsi iniziale con diarrea successiva.

La maggior parte dei pazienti con quadro di diverticolite lamenta una pancia molto gonfia e dolente, con scarsa possibilità di emettere aria dall’ano per liberarsi. La parete addominale è tesa, il dolore può essere locale o diffuso; i pazienti possono presentare nausea, vomito e febbre.


I diverticoli si formano preferenzialmente nel colon sinistro e nel colon sigmoideo. Perciò i sintomi dolorosi, per solito, sono presenti più al fianco sinistro. Se non curati, questi diverticoli infiammati irritano ed infettano il peritoneo circostante, dando la peritonite.


Sintomi di diverticolite acuta sono:


dolore addominale, dolore al fianco sinistro, stitichezza, gonfiore addominale, alvo chiuso, talora febbre; successivamente ci possono essere scariche diarroiche.


Se c'è perforazione e quindi peritonite, il dolore diventa più acuto e intenso e diffuso a tutto l'addome, ci può essere febbre e tachicardia.


Segni clinici Diverticolite

I segni clinici della diverticolite sono: il dolore, il gonfiore addominale e la febbre.


Complicanze Diverticolite

La diverticolite è già la complicanza infettiva della diverticolosi. Se non trattata per tempo, può dare luogo alla peritonite.

La diagnosi della diverticolite è clinica. Lo specialista gastroenterologo consultato suggerirà anche indagini di laboratorio sul sangue, che possono dare:


aumento dei globuli bianchi (che indica infezione) e aumento degli indici di infiammazione


Esami strumentali: importante l'Rx diretta addome che mostra segni di ostruzione e aria libera in peritoneo, se c'è stata perforazione e peritonite.


Nella fase acuta della malattia è meglio non eseguire né il clisma opaco né la colonscopia.


La terapia della diverticolite è antibiotica, con nutrizione parenterale, per mettere a riposo l’intestino.


La terapia è chirurgica se c’è perforazione e peritonite.


E’ importante una buona prevenzione della complicanza infettiva (diverticolite) in caso di malattia diverticolare.



La dieta è importante per la prevenzione e la cura di diverticoli, diverticolite e diverticolosi.


È opportuno bere molta acqua lontano dai pasti ed assumere fibre delicate, frutta senza semi e verdure a foglia morbida, per rendere soffici e voluminose le feci e prevenire la stitichezza.


Tali norme dietetiche valgono anche per prevenire l’infezione e l’infiammazione dei diverticoli. Quando l’infezione si è manifestata (diverticolite in fase acuta), è meglio invece una dieta semiliquida e senza scorie, per non peggiorare l’infiammazione in atto.


In taluni casi più gravi, è indicato il digiuno e l’alimentazione per flebo.



Terminologia Relazionata a: Link Relazionati all'argomento: